IL BOLLETTINO DELLA BIBLIOTECA

Novembre/Dicembre

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                          Disegno di Raissa Benenti 2SC

 

 

L’altruismo

 

 

Chi nel cammino della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell'ora buia di qualcuno non è vissuto invano

madre Teresa di Calcutta

 

Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi, ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale

Harvey Mackay

 

Gli angeli dei nostri tempi sono tutti coloro che si interessano agli altri prima di interessarsi a se stessi

Wim Wenders

 

La 1SB

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RUBRICA: Dillo in versi

Greta Mangiameli 3SC

 REGALA CIO’ CHE NON HAI..

 

Occupati dei guai, dei problemi

del tuo prossimo.

Prenditi a cuore gli affanni,

le esigenze di chi ti sta vicino.

 

Regala agli altri la luce che non hai,

la forza che non possiedi,

la speranza che senti vacillare in te,

la fiducia di cui sei privo.

Illuminali dal tuo buio.

Arricchiscili con la tua povertà.

 

Regala un sorriso

quando tu hai voglia di piangere.

Produci serenità

dalla tempesta che hai dentro.

"Ecco, quello che non ho te lo dono".

Questo è il tuo paradosso.

 

Ti accorgerai che la gioia

a poco a poco entrerà in te,

invaderà il tuo essere,

diventerà veramente tua nella misura

in cui l'avrai regalata agli altri.

 

 (Alessandro Manzoni)

 

 

 

 

 

 

 

 

RUBRICA: Luoghi da visitare

 

LA CITTA’ DI BABBO NATALE 

di Alessia Scabini, Martina Scabini e Erica Casassa  IVSB  

La Lapponia, o Sápmi  è una regione dell’Europa settentrionale, situata al di là del Circolo Polare Artico, il cui territorio è compreso tra gli Stati di Norvegia, Svezia, Finlandia e Russia. La Lapponia quindi non è uno Stato, per quanto i popoli Sami, dai quali è abitata, godano nei paesi scandinavi di larghe autonomie e abbiano parlamenti in Norvegia, Svezia e Finlandia, il cui scopo è preservare i diritti e le tradizioni delle loro comunità. Il capoluogo della Lapponia finlandese è Rovaniemi , la provincia più settentrionale della Finlandia, conosciuta in tutto il mondo per essere la città natale di Babbo Natale. Il nome "Rovaniemi" è stato spesso ritenuto di origine lappone, in quanto “roavve”, in Sami, indica una collina boscosa. A 8 km dal centro, in corrispondenza del Circolo Polare, si trova il famoso Santa Claus Village, ovvero il villaggio di Babbo Natale: Il parco tematico è considerato la residenza ufficiale di Babbo Natale: infatti è possibile incontrarlo personalmente e visitare il suo studio e l'ufficio postale dove, ogni anno, arrivano le lettere dei bambini di tutto il mondo. Un altro parco di divertimenti è il Santa Park che rappresenta la caverna di Babbo Natale, con il laboratorio degli elfi,  la mostra di sculture di ghiaccio, l’ufficio postale e altre attrazioni.

Un fenomeno che attrae numerosi turisti è quello delle aurore boreali o luci del nord. In Lapponia il numero di aurore boreali, visibili in un anno, può arrivare a 200 mentre nel resto della Finlandia tale numero difficilmente arriva a 20. Nelle zone più settentrionali della Lapponia finlandese, durante l’estate il sole  non scende sotto l’orizzonte per quasi tre mesi. È un contrasto incredibile se paragonato ai lunghi mesi bui dell’inverno durante il quale il sole non sorge mai.
In Lapponia la temperatura media annuale è di 0,2 °C, con minimi registrati di - 45,3 °C , solo nel mese più caldo, a giugno, si raggiungono temperature vicine ai +15°C nelle massime, ma comunque spesso con minime sotto lo zero.

 

   Il villaggio di Babbo Natale.

 

RUBRICA:eroi senza tempo

Capitan America

di Sofia Tosi IVSB

C’è chi dice che esiste un gene, quello dell’altruismo, che risiede dentro di noi e che ci permette di provare felicità nell’aiutare il prossimo. Esistono alcune persone, invece, che ne sono sprovviste e, per questo, risultano essere profondamente egoiste.

I supereroi, probabilmente ne possiedono una quantità talmente elevata da renderli pronti a qualsiasi sorta di sacrificio per il bene altrui, tanto da mettere in gioco la propria vita, se necessario.

Uno tra i supereroi che (forse) più di tutti incarna questo ideale, è Steve Rogers (alias Capitan America), eroe che è vissuto durante la seconda guerra mondiale. Questo personaggio era nato come elemento di propaganda negli anni ’40, ma, una volta conclusosi il conflitto, Stan Lee lo ha totalmente modificato, trasformandolo in colui che aveva il compito di denunciare le differenze sociali, la corruzione e le ingiustizie americane. La sua è una storia di sacrifici e di solidarietà, che lo hanno portato a diventare quello che tutti noi oggi conosciamo: un giovane ragazzo americano che sogna di arruolarsi per servire il proprio paese, ma soprattutto la propria gente.

Essendo troppo gracile per parteciparvi, ritenta più e più volte la selezione, con scarsi risultati, quando, ad un ennesimo tentativo, gli viene consentito di partecipare a un esperimento segreto chiamato "Operazione Rinascita", con il fine di creare un nuovo esercito di super soldati tramite un preparato chimico. Questo trattamento, oltre ad aumentare notevolmente le capacità fisiche del paziente, gli permette di coltivare quelli che sono i suoi valori: il coraggio, la determinazione, la prontezza nel reagire e, soprattutto, l’altruismo nei confronti del prossimo.

 Durante il corso dell’esperimento, una spia tedesca infiltrata, si impossessa di tutte le altre provette, rendendolo unico nel suo genere e realizzando in lui il difensore-simbolo degli americani. Diventato soldato super speciale, viene contattato per partecipare a diverse missioni segrete.

 Il mite Steve Rogers diventa così Capitan America, indossando un costume a stelle e strisce con decorazioni che richiamano la bandiera Americana. Sempre accompagnato dal suo fedele scudo, affronta qualunque incarico assegnatogli liberando centinaia di ostaggi americani, senza pretendere mai nulla in cambio.

In fondo, è proprio questo che sta alla base del termine “altruismo”, aiutare colui che si trova in situazioni critiche, senza pensare agli innumerevoli rischi che potrebbe comportare la tua presenza, limitandoti a donare tutto te stesso senza volere alcuna ricompensa.

Questo personaggio è solo una rappresentazione fantastica di colui che è considerato un eroe nella vita reale: sempre più persone decidono, all’improvviso, di interrompere la propria quotidianità per soccorrere uomini e donne bisognosi di aiuto, in tutto il mondo. Possiamo riconoscere, quindi, tanti Capitan America tra coloro che appartengono a istituzioni di soccorso e che ogni giorno mettono al servizio  il loro “altruismo” del prossimo.    

                                 

 

 

 

 

 

 

 

RUBRICA: musica e dintorni

Milo Repossi 3SC

 

I Novembre sono un gruppo italiano di Progressive death metal che unisce le tipiche sonorità di questi generi ad atmosfere gotiche e doom.

Nati nel 1990 con il nome Catacomb, il gruppo, successivamente, decide di cambiare nome della band in "novembre".

Il loro primo album risale al 1994 e dopo solo due anni diedero alla luce anche il secondo (1996).

I componenti del gruppo che ne fanno parte ancora oggi sono due :

- Carmelo Orlando ( chitarra e voce )

- Massimiliano Pagliuso ( chitarra solista )

 

In passato sono stati molti quelli ad essere stati parte della band, soprattutto essa ha visto passare vari bassisti .

 

I "Novembre" divennero notevolmente conosciuti negli anni 2000

 

 

Intervista alla Giunti al Punto di Voghera

 

Noi, inviate del Bollettino del Maserati, abbiamo deciso di continuare il ciclo di  interviste nelle librerie della città per renderle più vicine agli studenti del nostro istituto.

Ci siamo quindi recate nella nuova libreria di via Emilia:La Giunti
Ecco le nostre domande e le gentili risposte del personale

 

Come e quando è nata l’idea di aprire la libreria?

Giunti al Punto è la prima catena per numero di punti vendita, con circa 200 negozi distribuiti su tutto il territorio nazionale. Una di queste tanti sedi è stata aperta da poco a Voghera, data l’importanza di questo luogo considerato un centro storico.

 

Perché ha deciso di lavorare all’interno di questo ambiente?

Sin da giovane sono stata appassionata dalla lettura. È stato, quindi, il mio amore per i libri a condurla a questo lavoro.

 

Quali sono i libri più venduti?

I lettori sono molto interessati alla novità e quindi ai libri appena pubblicati. Sicuramente, i gialli  sono una delle tipologie molto amati. Uno degli autori preferiti dagli appassionati di questo genere è l’italiano Antonio Manzini.

I suoi ultimi successi sono: 7-7-2007, Orfani bianchi e Cinque indagini romane per Rocco Schiavone.

Inoltre ha partecipato, come attore, al film Tutta colpa di Freud.

 

In vista dell’arrivo del Natale, quali sono i libri che ci consiglia?

Certamente uno dei più grandi classici è il Canto di Natale di Charles Dickens  Il romanzo rappresenta una critica da parte dell’autore nei confronti della società, tuttavia, è  anche una delle più famose e commoventi storie sul Natale . Narra della conversione del vecchio e tirchio Ebenezer Scrooge visitato nella notte di Natale da tre spiriti (il Natale del passato, del presente e del futuro), preceduti da un'ammonizione dello spettro del defunto amico e collega Jacob Marley. Il Canto unisce al gusto del racconto gotico l'impegno nella lotta alla povertà e allo sfruttamento minorile. Negli anni ci sono stati diversi adattamenti cinematografici, uno dei più conosciuti è: A Christmas Carol, realizzato in animazione digitalizzata in 3D,nel 2009, con l'ausilio di veri attori.

Vi consiglio, però, anche  una novità: Cena di Natale, dal quale è tratto l’omonimo film interpretato da Riccardo Scamarcio. La storia è ambientata a Polignano a Mare e descrive questo particolare Natale in cui  i personaggi vivranno diverse avventure.

 

La fascia di età più interessata alla lettura? Avvicinerebbe i giovani alla lettura? Come?

Generalmente sono le persone dai 20 anni in poi ad avvicinarsi a questo ambiente. Personalmente, coinvolgerei volentieri  i ragazzi. Proprio per questo ho  proposto al proprietario della Giunti di fare alcuni raduni per i giovani, di invitare autori a presentare nuovi libri adatti agli interessi degli adolescenti.

Noi ragazzi del Maserati accoglieremo ben volentieri queste idee e proposte!

 

 

 

 

  Teresa Talerico, Valentina Tritico, Rebecca Vitagliano 4^SD

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RUBRICA:Recensioni

Il dono di Natale

di Grazia Deledda

Incipit

Il piccolo paese era coperto di neve; le casette nere, addossate al monte, parevano disegnate su di un cartone bianco, e la chiesa, sopra un terrapieno sostenuto da macigni, circondata d’alberi carichi di neve e di ghiacciuoli, appariva come uno di quegli edifizi fantastici che disegnano le nuvole”.

Così comincia la novella “Il dono di Natale” che, attraverso il linguaggio magico di Grazia Deledda (Premio Nobel per la letteratura), ci porta in Sardegna, terra dell’autrice, con tutte le sue antiche tradizioni. Potrebbe sembrare una storia ingenua,invece, riesce a  commuoverci grazie ai  valori profondi che trasmette.  Grazia Deledda ci conduce nelle abitazioni di due bambini, Felle e Lia,  entrambi di umili origini. È la vigilia di Natale ed essi stanno vivendo, con emozione, l’attesa di un regalo misterioso. È una festa diversa rispetto a quella degli anni precedenti: un Natale speciale celebrato nella speranza che qualcosa accada.

La famiglia di Felle è in attesa di conoscere il fidanzato della figlia che, insieme al nonno, si unirà a loro per la cena. I 5 fratelli maschi, fra cui l’undicenne Felle, hanno abbandonato gli ovili per trascorrere il Natale a casa, desiderosi di conoscere questo uomo molto ricco che ha rubato il cuore della loro unica sorella. La vigilia di Natale di questa famiglia coincide, quindi, con la gioia di una festa di fidanzamento. La casa di Lia invece avvolge la propria attesa nel mistero e sarà proprio Felle a scoprire qual è il regalo che tutti aspettano con trepidazione….

 

 

Due di due

di Andrea De Carlo

Due di due" è un romanzo che potremmo definire “di formazione”. Racconta l'amicizia fra Mario, l'io narrante, e Guido, un suo compagno di scuola. Il primo è un adolescente come tanti, impaurito ma attratto dalla vita, indeciso nelle scelte e spesso succube dell'autorevolezza e del carisma altrui; il secondo è un adolescente carismatico ma al tempo stesso molto problematico. Nonostante le differenze, l'amicizia di Mario e Guido prosegue lungo gli anni Settanta e Ottanta: a scuola e fuori scuola, fino all'età adulta, unisce e cambia per sempre le loro vite. Nella prima parte del libro troviamo la storia della loro adolescenza, i conflitti con la scuola e con la città in cui vivono, Milano. Nella seconda parte della storia i due amici si separano ma non si perdono di vista. Mario si trasferisce in campagna e si sposa con Martina mentre Guido sta girando il mondo. Tornato in Italia, Guido, sempre infelice e alla ricerca di serenità, va a trovare Mario e conosce la sorella di Martina, Chiara, con la quale va a vivere in Liguria, pensando di aver trovato la stabilità…..

Leggendo questa storia di amicizia ci si rende conto dell’importanza della solidarietà e del il sapersi soccorrere reciprocamente quando ci si trova in difficoltà.

Mario soccorre più volte l’amico, sempre pensando a Guido, sacrificando se stesso e la sua posizione sicura e tranquilla. Egli più volte proverà ad aiutarlo cercando di realizzare un sogno dell’amico ormai diventato più fragile di lui. 

 

 

di Alessia Scabini, Martina Scabini e Erica Casassa  IVSB  

 

 

La lista dei desideri

EOIN COLFER

 

 

Matilda Chiodetti 2SB

Meg Finn si è davvero messa nei guai. Guai ultraterreni. Maltrattata dal patrigno e divenuta oramai una intrusa in casa propria dopo la morte della madre, la ragazzina è diventata una combina guai di prima categoria. Ma inseguito ad un goffo e fallito tentativo di svaligiare l’appartamento del vecchio signor Lowrie Mc Call, lei e il suo complice Rutto si ritrovano vittime di un incidente e invischiati in una situazione a dir poco calda. Per la precisione l’anima di Meg è a metà strada tra paradiso e inferno, e l’unica possibilità di salvezza che le resta, è quella di esaudire i più grandi desideri del vecchio Mc Call.

E’ bello avvicinarsi ad un libro senza sapere assolutamente di cosa parli, non mi capitava da tempo, (perché di solito io leggo libri di fantascienza) e l’ho trovato molto stimolante .Il titolo non è molto rivelatore, quindi non vedevo l’ora di scoprire a cosa si riferisse con esattezza. Le fiamme sulla copertina mi hanno fatto pensare subito ad un racconto o un’avventura di paura. Ma non era affatto così: la storia dei due protagonisti è emozionante e commovente

 

 

 

 

 

RUBRICA:Ciack si gira!

                                                    

 

 

 

QUASI AMICI (2011)

Titolo originale: Intouchables

Anno: 2011

Genere: drammatico/commedia drammatica

Nazione: Francia

Durata: 112 minuti

 

A seguito di un gravissimo incidente di parapendio, Philippe, ricco aristocratico, assume come aiuto domestico Driss, un giovane di periferia appena uscito dal carcere, in breve, la persona meno adatta per il lavoro. I due vanno a vivere insieme; due mondi totalmente diversi si scontreranno, per dare poi vita, però, ad un'amicizia pazzesca, divertente e forte. Inaspettatamente nascerà un rapporto unico e intoccabile

QUASI AMICI (2011)

Titolo originale: Intouchables

Anno: 2011

Genere: drammatico/commedia drammatica

Nazione: Francia

Durata: 112 minuti

 

A seguito di un gravissimo incidente di parapendio, Philippe, ricco aristocratico, assume come aiuto domestico Driss, un giovane di periferia appena uscito dal carcere, in breve, la persona meno adatta per il lavoro. I due vanno a vivere insieme; due mondi totalmente diversi si scontreranno, per dare poi vita, però, ad un'amicizia pazzesca, divertente e forte. Inaspettatamente nascerà un rapporto unico e intoccabile

 

Greta Mangiameli 3SC

 

 OTTO AMICI DA SALVARE

Antartico. Il Dr. Davis McClaren aiutato da Jerry Shepherd, va alla ricerca di un meteorite, ma durante la loro avventura, vengono sorpresi da una tormenta e sono costretti a lasciare gli otto husky con cui viaggiavano in preda al loro destino. Gli animali resteranno al gelo per 200 giorni affrontando ogni genere di peripezia nella lotta per la sopravvivenza…ma i loro amici umani non perderanno la speranza di tornare a prenderli

 

SOFIA BARBIERI; FRANCESCA BELLI; CHIARA FRATTINI 1SB     

 

4AMICHE E UN PAIO DI JEANS (The Sisterhood of the Travelling Pants)

E’ un film drammatico del 2005, diretto da Ken Kwapis e prodotto da Warner Bros. La pellicola si basa sul romanzo 4 amiche e un paio di jeans (2005) di Ann Brashares.

Quattro ragazze, amiche, con taglie diverse vanno in un negozio e trovano questi jeans che piacciono a tutte. C'è solo una taglia. La provano e, sorprendentemente, calza  a pennello a ciascuna di loro.

Questo avviene alle soglie di un’estate che sarà la prima in cui,per vari motivi il gruppo dovrà separarsi. Decidono, quindi di tenere i jeans  a turno passandoseli, poi, con un resoconto di quanto successo alla proprietaria in quell’arco di tempo. L'indumento sarà il vincolo della loro amicizia.

Virginia Bignami, Martina Magnani, Alice Marano, 1SB

La Redazione augura a tutti un buon Natale